Cambiare DNS su Android: basta siti bloccati!

Cambiare DNS su Android: basta siti bloccati!

Abbiamo già parlato sulle nostre pagine di come cambiare i DNS su Windows, ora è il momento di parlare di come fare lo stesso anche su  piattaforma Android (quindi sugli smartphone, tablet e TVbox che montano questo sistema).

Un server DNS si occupa di convertire la stringa di testo che noi chiamiamo indirizzo (nel nostro caso è www.reteup.com) nel vero indirizzo (che è un IP) della pagina che volete raggiungere (il nostro è 51.254.98.143, decisamente meno semplice da ricordare rispetto all’indirizzo testuale).  Se un sito viene rimosso dall’indice del server sarà raggiungibile solo tramite l’indirizzo IP. È sempre maggiore il numero di coloro che si connettono tramite il proprio cellulare e vorrebbero collegarsi anche a quelle pagine rimosse dai server DNS degli operatori nostrani, e quindi bloccate.

Cambiare il server DNS predefinito con uno internazionale, oltre lo sblocco dei siti censurati sul nostro territorio permette di navigare in modo più rapido (può accorciare i tempi di caricamento delle pagine). In quanto i DNS forniti dei nostri operatori di rete non hanno mai brillato per velocità.


Quali sono i migliori DNS?

I migliori server DNS sono senza dubbio quelli internazionali, sono più veloci e più attenti alla privacy:

DNS CloudFlare

Si tratta secondo la nostra esperienza dei migliori server DNS, proteggono la privacy e sono davvero rapidi:

DNS primario: 1.1.1.1

DNS secondario: 1.0.0.1

Google DNS

I server offerti da Google sono stati fino all’avvento di quelli di CloudFlare i più rapidi e consigliati. Se volete continuare ad utilizzarli sono:

DNS primario: 8.8.8.8

DNS secondario: 8.8.4.4

Open DNS

Si tratta di un servizio nato nel lontano 2005 per evitare le censure ed i controlli dei governi sulla rete. Se si vogliono utilizzare questi server i loro indirizzi sono:

DNS primario: 208.67.222.222

DNS secondario: 208.67.220.220

Come cambiare i server DNS su Android?

Dipende da che connessione volete liberare dai DNS degli operatori, dalla censura e dalle possibili violazioni alla vostra privacy.

Se vi interessa modificare i DNS solo per la connessione WiFi, potete consultare il prossimo paragrafo. Mentre se li volete modificare per tutte le connessioni alla rete (WiFi e mobile) potete andare direttamente al paragrafo successivo.

Modificare i DNS della connessione WiFi su Android

La procedura è abbastanza rapida:

  • aprite le Impostazioni del vostro dispositivo Android;
  • andate su Connessioni e poi su WiFi;
  • dentro WiFi vedrete la rete a cui siete connessi, premete a lungo su di lei;
  • apparirà un menù fate quindi un tap sulla voce Gestisci impostazioni di rete;

Cambiare DNS su Android

  • dentro il nuovo menù potrete premete sulla piccola freccia accanto a DHCP;
  • premete quindi su Statico;
  • poi lasciate tutte le voci invariate e modificate solo il DNS, impostando come DNS 1 il primario (nel nostro caso abbiamo usato quelli di Google, quindi è 8.8.8.8), e DNS 2 il secondario (nel nostro caso è 8.8.4.4).
  • premete su Salva ed avrete finito.

Alcuni terminali Android hanno interfacce personalizzate, come il caso degli smartphone Huawei (quindi anche Honor), quelli Xiaomi, ed anche i Samsung. Le interfacce personalizzate modificano anche la disposizione dei menù, ma la procedura rimane nella sostanza analoga, si deve raggiungere nelle Impostazioni il menù WiFi, entrare nelle impostazioni della vostra rete, modificare il DHCP in statico, lasciare gli valori invariati, modificare solo i DNS, e infine salvare le modifiche.

Modificare i DNS di tutte le connessioni su Android senza root

Anche in questo caso la procedura è fortunatamente semplice, bastano davvero pochi tap.

La  nostra app preferita è quella di CloudFlare è gratuita e con un paio di tap permette di impostare l’ottimo DNS di cui abbiamo parlato. Nell’ordine se volete optare per questa soluzione:

  • andate a questo indirizzo e premete su Installa;
  • una volta completata l’installazione potete aprire l’app;
  • vi troverete di fronte alla sua home che mostra un grande interruttore;

Cambiare DNS su Android: 1.1.1.1 Cloudflare app

  • la prima volta che lo attivate un avviso vi dirà che serve una VPN (non temete è locale, e i dati della vostra connessione sono al sicuro, quando una VPN è attiva noterete sulla barra di stato l’icona di una chiave) premete su OK;
  • avete terminato adesso potrete navigare liberi da censure e tracciamenti.

Cambiare i DNS con DNS Changer

Se invece volete scegliere voi i vostri DNS, potete optare per l’ottima app DNS Changer. Anche utilizzare questa è facile:

  • andate a questo indirizzo e premete su Installa;
  • una volta completata l’installazione potete aprire l’app;
  • vi troverete di fronte alla home dell’app che mostra la possibilità di scegliere i vostri DNS (si possono inserire manualmente o scegliere fra quelli predefiniti, ci sono tutti i migliori);
  • una volta scelto, premete su Start;

Cambiare DNS su Android: Dns Changer

  • comparirà un avviso che vi chiederà se siete sicuri di voler attivare una connessione VPN (anche in questo caso si tratta si una VPN locale, quindi non ci sono pericoli), premete su OK;
  • avete concluso, i DNS sono modificati e l’interfaccia del programma sarà diventata verde.

Nel caso di entrambe le app, tornare ai DNS predefiniti è semplicissimo:

  • aprite l’app scelta;
  • nel caso fosse quella di CloudFlare premete di nuovo sull’interruttore, se è DNS Changer premete sul pulsante Stop.

Se siete utenti più pratici vi consigliamo di utilizzare invece Blokada una comoda app open source (che non è presente sul Play Store) che oltre a permettere di cambiare DNS serve primariamente per bloccare ogni pubblicità (sia su browser che all’interno delle applicazioni). Se volete saperne di più vi invitiamo a consultare la nostra guida su come bloccare la pubblicità su Android senza root.

ReteUP è una piccola e nuova realtà, se l’articolo vi è piaciuto metteteci un like, per voi è solo un click ma per noi è importante.

Fateci sapere cosa ne pensate del nostro articolo
[media: 3 voto: 5]