Cambiare DNS su Windows: basta siti bloccati e censure!

Cambiare DNS su Windows: basta siti bloccati e censure!

Siamo sicuri che molti di voi hanno già sentito nominare il termine DNS visto che, se navigate spesso in rete, gli articoli a tema sono davvero numerosi. Spesso però, le guide che spiegano come cambiare DNS su Windows sono un po’ confusionarie e lasciano gli utenti interdetti. Proprio da qui nasce l’esigenza di una spiegazione semplice ma efficace, che possa farvi capire cosa sono i DNS e come utilizzarli al meglio su Windows.

Cosa sono i DNS?

Il termine DNS è un acronimo e sta letteralmente per Domain Name System (sistema nomi di dominio nella nostra lingua) ed è un servizio che rende possibile navigare in Internet decisamente più semplice. Potete immaginare che funzioni come una specie di traduttore: ogni sito web o PC connesso alla rete infatti, è dotato di un indirizzo IP univoco che lo rende raggiungibile da ogni parte della rete, per esempio 51.254.98.143 è quello del nostro sito. Ogni indirizzo individua una singola entità di rete (un utente o un sito Web)  Si tratta di una procedura semplificata basata sui soli numeri che consente di dare un indirizzo al terminale o al server ma risulta assolutamente scomodo da ricordare per la mente umana.

In questo caso entrano in campo i DNS che traducono quella sequenza di numeri nel nome vero e proprio del sito che volete visitare (Es. 143.204.15.47 è l’indirizzo IP di www.wikipedia.it). In questo modo vi basterà ricordare il nome del sito web che volete raggiungere senza dover necessariamente ricordare la sequenza numerica corretta, molto più semplice no?


Perchè si consiglia di cambiare DNS?

Ora che abbiamo capito come agisce questo servizio, è il momento di capire perché cambiare DNS. Si tratta infatti di un’affermazione molto inflazionata ma che raramente viene suffragata da argomentazioni concrete. La maggior parte degli utenti, in tutto il mondo, utilizzano i DNS forniti di default dal provider ISP (TIM, Fastweb, Vodafone ecc.) che non sempre garantiscono le migliori prestazioni possibili. Su questo argomento e sulle motivazioni che possono portare a cambiare DNS però, le ragioni da includere nel ragionamento sono molteplici:

  • I DNS forniti dagli operatori sono spesso, soprattutto nelle ore di punta, utilizzati da milioni di utenti. Questo significa che il servizio potrebbe essere sovraccaricato e non funzionare a dovere e quindi presentare dei leggeri rallentamenti. Allo stesso tempo, la sicurezza dei DNS proprietari, lascia molto a desiderare: i dati relativi alla navigazione degli utenti e alle loro abitudini in rete sono infatti facilmente accessibili a chi ha un minimo di conoscenze informatiche nel proprio bagaglio. Inoltre, in alcuni casi, i dati degli utenti sono stati utilizzati per scopi di marketing e ceduti a società terze.
  • Alcuni DNS (uno fra tutti Open DNS) danno la possibilità di bloccare alcuni siti, opzione molto gradita a chi lascia navigare in libertà i bambini su Internet. In questo modo si attiva un meccanismo che impedisce l’accesso a determinati tipi di siti web.
  • Il Geo-blocking è spesso una della cause più frequenti per cambiare i DNS. Molti servizi infatti, soprattutto a pagamento, mettono nei loro cataloghi contenuti esclusivi per determinate nazioni, non rendendoli disponibili in altri. Utilizzando DNS diversi, questi blocchi geografici sono facilmente aggirabili, mettendo a disposizione degli abbonati anche contenuti altrimenti bloccati.

Ora che abbiamo visto quali sono i motivi per cambiare i DNS è il momento di scoprire quali sono i migliori.

Quali sono i migliori DNS?

Di DNS gratuiti ne esistono davvero tantissimi ma non sempre è facile capire quali sono i migliori da utilizzare. Proprio per questo motivo abbiamo selezionato per voi i sei DNS che riteniamo più affidabili se cercate il massimo della sicurezza e delle prestazioni. 

OpenDNS

OpenDNS è uno dei servizi storici in questo campo: fondato nel 2005 è stato poi in seguito acquistato da Cisco, una delle aziende più importanti nel campo delle telecomunicazioni.

  • DNS primario: 208.67.222.222
  • DNS secondario: 208.67.220.220

Cloudflare DNS

I DNS di Cloudflare sono fra gli ultimi a essersi affacciati nel mondo della navigazione ma non per questo non vanno tenuti in considerazioni. L’esperienza dell’azienda ha infatti permesso di raggiungere ottime velocità e una privacy di alto livello.

  • DNS primario: 1.1.1.1
  • DNS secondario: 1.0.0.1

Google DNS

Poteva forse Google non creare i propri DNS? Il gigante californiano, padre di Android, si è infatti imposto anche in questo campo con un servizio di prim’ordine.

  • DNS primario: 8.8.8.8
  • DNS secondario: 8.8.4.4

Norton DNS

Molti di voi conosceranno sicuramente Norton per la suite di servizi dedicati alla sicurezza e alla privacy. Potete quindi immaginare da soli quali sono i vantaggi che derivano dall’utilizzo di questi DNS.

  • DNS primario: 199.85.126.10
  • DNS secondario: 199.85.127.10

Comodo DNS

Comodo è un azienda conosciuta direttamente da pochi utenti ma che si occupa di servizi di sicurezza online e che ha quindi deciso di creare i propri DNS.

  • DNS primario: 8.26.56.26
  • DNS secondario: 8.20.247.20

Quad9 DNS

Quad9 è un servizio DNS abbastanza giovane: creato nel 2016 ha però subito dimostrato di poter raggiungere alte vette di sicurezza e velocità.

  • DNS primario: 9.9.9.9
  • DNS secondario: 149.112.112.122

Come cambiare i DNS velocemente con DNS Jumper

Cambia i DNS è una procedura che potrebbe risultare piuttosto oscura per gli utenti meno abituati a mettere mano alle impostazioni del proprio PC. Per fortuna, per coloro che cercano un metodo semplice per cambiare i DNS, esistono alcuni programmi gratuiti che semplificano notevolmente l’iter.

DNS Jumper è senza dubbio una delle soluzioni migliori che possiamo avere a disposizione per portare a termine questo compito. Oltre a permettervi di cambiare i DNS con un click, questo software vi darà anche la possibilità di trovare quali sono i DNS più veloci per la vostra connessione.

Dopo aver scaricato DNS Jumper da questo linkvi basterà dare doppio click sul file per aprirlo poiché non necessita di nessun tipo di installazione. L’interfaccia che vi troverete davanti è questa.

Cambiare DNS

La prima cosa da fare è selezionare la vostra scheda di rete dall’apposito menu a tendina, posizionato sotto la voce “Select Network Adapter”. Ora non vi resta che selezione i DNS che volete utilizzare sul vostro PC: se conoscete già quali sono i migliori per il vostro utilizzo, vi basterà selezionarli dal secondo menu a tendina, quello sotto la voce “Choose a DNS Server”.

In alternativa, potete scovare i DNS più veloci per la vostra connessione premendo su Fastest DNS e attendendo il termine del test. In entrambi i casi, per applicare i DNS, vi basterà premere “Apply DNS” e il gioco è fatto.

Come cambiare manualmente i DNS

Nel caso in cui non vi vogliate affidare ad applicazioni di terze parti, potete cambiare i DNS sul vostro PC sfruttando le impostazioni del sistema operativo. Questa pratica è in realtà abbastanza semplice ed è valida su Windows 7, Windows 8 e Windows 10.

Non preoccupatevi se non avete la minima idea di come procedere, in questo paragrafo vi sveleremo tutti i dettagli necessari.

  • Premete il pulsante Start in basso a sinistra e, nella barra di ricerca, digitate “Centro connessioni di rete e condivisione”
    facendoci click sopra.
  • Nella finestra che si andrà ad aprire troverete varie voci: quella di nostro interesse è “Connessioni”. Selezionate quindi il tipo di connessione (in blu) da voi utilizzato per procedere per poi fare click su “Proprietà”.

Cambiare DNS

  • Per cambiare i DNS su Windows non vi resta che fare doppio click su “Protocollo Internet versione 4” e, nella seguente finestra, riempire i campi relativi server DNS preferito e server DNS alternativo con uno dei DNS che vi abbiamo proposto in precedenza.

 

cambiare DNS

Per applicare i nuovi DNS non vi resta che selezionare la casella “Convalida impostazioni all’uscita” e premere OK. Adesso avete finalmente capito come cambiare DNS e la vostra navigazione, nei limiti del possibile, sarà molto più appagante e soprattutto sicura.

ReteUP è una piccola e nuova realtà, se l’articolo vi è piaciuto metteteci un like, per voi è solo un click ma per noi è importante

 

Fateci sapere cosa ne pensate del nostro articolo
[media: 2 voto: 5]